Soluzioni IT per il tuo business 0434 608261 info@amicidelpc.it

I firewall sono dispositivi di sicurezza della rete, quando questi smettono di funzionare, viene a mancare la barriera di protezione che permette di filtrare e quindi bloccare traffico specifico in entrata e in uscita. Sono la prima linea di difesa quando si parla di Network Security, funzionano sia internamente, come sistema tra i vari computer che fanno capo alla rete, che esternamente con l’accesso ad internet. Riguardano aspetti hardware e software e sono di diversa tipologia.

Il firewall più conosciuto è quello di tipo proxy che serve a creare un punto di incontro tra una rete e l’altra. Ovviamente ci sono tante strutture e possibilità di massimizzare la sicurezza in base alle proprie necessità, per questo è fondamentale rivolgersi ad un’azienda specializzata nel campo. Oggi, viene considerato come tradizionale, un sistema di firewall più avanzato che permette di ispezionare il traffico e quindi bloccarlo. Quindi è un monitoraggio costante che filtra, secondo delle regole stabilite per quel determinato business e contesto, cosa può e non può fare, che tipo di informazioni possono essere concesse, che tipo di cache è visibile. Questi sistemi, a livelli ancora più strutturati, sono quindi il massimo per la protezione da virus e intrusioni, per la salvaguardia delle reti e dei propri dati.

Cosa succede quando il firewall viene disattivato

Con un firewall funzionante e gestito da un’azienda specializzata è possibile: evitare intrusioni nel sistema non autorizzate, controllare tutte le applicazioni pericolose, scegliere esattamente quali percorsi possono fare le informazioni, avere dei sistemi che permettono di tutelare a pieno la sicurezza anche in un mondo in continua evoluzione. In termini pratici si traduce con la possibilità di scoprire quali aree sono più deboli e quindi a rischio, essere in regola con tutto ciò che concerne le policy grazie alle automazioni, rilevare eventuali minacce o la correlazione di attività con eventuali problemi, ridurre il rischio di esposizione e quindi anche la possibilità di effettuare attività di filtraggio apposito, semplificare tutta la gestione del caso, ottenere un perfetto controllo in termini di sicurezza.

Il firewall offre una protezione molto forte, può accadere tuttavia che questo venga disattivato, sia volutamente che per altri tipi di problemi. Quando questo viene disabilitato, la rete è esposta e non più protetta.

Il firewall quando è attivo gestisce gli indirizzi IP e quindi tutti i tentativi di accesso e lo scambio di in formazioni in rete, richiede l’accesso specializzato quando vengono installati nuovi programmi, denota la visibilità online in modo mirato anche attraverso hotspot, evitando l’intrusione degli hacker, blocca i contenuti attivi di un sito web come animazioni o video. Ovviamente, affinché il firewall sia in grado di fare da schermo alle minacce deve essere funzionante e attivo.

Quando questo viene disattivato è molto facile che in breve tempo si venga colpiti da una minaccia esterna. Le opzioni sono quindi, consultare un’agenzia specializzata per l’installazione di un firewall e soprattutto per la gestione, in base al proprio business, del suddetto, oppure il ripristino del firewall qualora si presentino problemi di malfunzionamento.

Quando un firewall è disabilitato, la rete è esposta sia ad attacchi mirati che a sistemi esterni che possono entrare commettendo degli abusi infettando i dispositivi. Le aziende dovrebbero quindi dotarsi di un firewall perimetrale, così da essere sempre protette dalle minacce esterne sia sui singoli computer a livello locale che anche online con ponti che facciano da collegamento tra l’area geografica e la rete locale. Quando il firewall viene disattivato il flusso in entrata e in uscita non è più controllato, quindi non è solo il computer ad essere esposto ai malware ed altre minacce, ma anche tutti i dispositivi che sono connessi alla rete, dal server alla semplice telecamera di sicurezza.

Un malfunzionamento può invece verificarsi quando si utilizzano determinate applicazioni, queste possono interferire con il sistema di sicurezza. Uno degli errori più comuni è aprire le porte o configurarle manualmente. A volte, per far funzionare i programmi o per eseguire alcune attività amministrative, risulta indispensabile disabilitare il firewall, tuttavia quando ciò accade bisognerebbe predisporre altre misure per evitare gli attacchi. Anche per questo è importante utilizzare una combinazione integrata tra hardware e software per preservare sempre il proprio business dagli attacchi.

Perché il firewall oggi è essenziale per tutte le realtà

Il firewall è essenziale per scongiurare ogni tipo di attacco, poiché di fatto non è possibile per ogni programma, connessione, applicazione o documento sapere se si tratta di un protocollo sicuro oppure no. Inoltre, essendo totalmente personalizzabile, il firewall è gestibile per ogni tipo di attività, dal piccolo studio alla grande azienda. Molti si chiedono se sia realmente essenziale dotarsi di un firewall e la risposta è molto semplice, è fondamentale per qualunque tipo di attività in cui viene effettuata una connessione ad una rete, che sia interna o esterna. Tutti sono esposti costantemente all’attacco di malintenzionati, dai pc aziendali a banche e realtà governative. Il firewall oltre ad offrire un valido strumento di protezione aziendale, è fondamentale per il rispetto della normativa e del GDPR perché con questo è possibile gestire i dati sensibili dei clienti. Un tempo il firewall era destinato solo alle grandi società mentre oggi è uno dei tasselli fondamentali per la protezione di ogni rete.