Soluzioni IT per il tuo business 0434 608261 info@amicidelpc.it

Business continuity e disaster recovery: quando ogni secondo è importante

La digitalizzazione ha cambiato il business. I processi aziendali sono sempre più automatizzati, le persone lavorano in smart working, collegandosi da remoto con un semplice laptop. Se da un lato la tecnologia ha reso i processi più fluidi e veloci, dall’altro espone, grandi aziende e piccoli business, a rischi maggiori. Attacchi informatici, virus e malware, interruzione di corrente, calamità naturali, danni a server e hard disk, sono solo alcuni dei problemi a cui una azienda può andare incontro, quando si parla di sicurezza dei dati. In un mondo ideale, saremmo tutti preparati ad affrontare tali eventi con un’infrastruttura in grado di ripristinare i dati in tempo reale. La realtà però è ben diversa. Rischi di questo tipo sono inevitabili. Un generico backup dei dati non basta, per salvaguardare il patrimonio informatico dell’azienda. Il business nell’era digitale deve essere sempre attivo, 24 ore su 24 e non può correre il rischio di perdere dati importanti e produttività. Che fare allora? Occorre una buona strategia di business continuity e disaster recovery. Immagina un guasto ad uno switch che impedisca l’accesso alla rete aziendale e a Internet. Quanto tempo potresti resistere? Certo, dipende dal tipo di business. Ma dopo qualche ora senza connessione, la situazione diventerebbe critica e difficile da gestire. I costi dell’inattività sono alti e la perdita o la corruzione di server e dati, può condizionare l’esistenza stessa di un’azienda. Considera che oltre il 90% delle aziende che si trovano ad affrontare una perdita di dati, senza un buon piano di disaster recovery, è destinata a scomparire dal mercato. Anche un solo attacco informatico può distruggere una mole enorme di dati e invalidare i processi, tanto da mettere in ginocchio un’intera organizzazione. Per questo è importante rivolgersi ad un’azienda specializzata in information security come Amici del pc. Un team di professionisti in grado di offrire un efficace servizio di protezione informatica per aziende e piccoli business. Proteggere le applicazioni, i device come pc, notebook, stampanti, i dati critici e ripristinare le normali attività. Non dopo 2/3 ore, ma subito, immediatamente, perché in questi casi, ogni secondo è importante.

Piani di business continuity e disaster recovery: cosa sono e come funzionano

Il disaster recovery è un piano di sicurezza informatica che comprende le misure tecnologiche e logistiche per il ripristino dei dati e delle attività, dopo un failure dei sistemi o un’interruzione di corrente. Oltre alla perdita e alla corruzione dei dati informatici, eventi di questo tipo, hanno un forte impatto anche su altre aree del business. L’inattività può portare ad un grave danno di immagine per un’azienda. Pensa ad un sito internet per acquisti online, che non sia più disponibile per varie ore. O ancora un problema informatico per un magazzino, che renda impossibile le operazioni logistiche o lo scarico della merce. Ritardi, ore di produttività perse, clienti insoddisfatti e scontenti. Per questo si parla anche di business continuity plan. Oltre ad un recovery, al recupero dei dati, occorre sempre più garantire la continuità e la sostenibilità del business, in qualsiasi momento e situazione. Per mettere in piedi un piano di disaster recovery e business continuity efficace e customizzato con le esigenze della tua azienda, occorre definire due parametri importanti l’RPO e RTO. Ovvero? L’RPO è il Recovery Point Objective. In poche parole: quanti dati posso permettermi di perdere? L’RPO indica il tempo trascorso dall’ultimo backup dei dati fino al momento del disastro. È legato alla frequenza con cui avvengono i back up in azienda, ogni 24 ore, ogni ora ecc.. Ovviamente più frequenti saranno i backup, minore sarà la perdita di dati. Un RPO pari a 0 significa che, per la natura del mio business, non posso permettermi di perdere neanche un dato. Prendi ad esempio una banca. Non può certo permettersi di perdere i dati delle transazioni finanziarie. Il suo RPO sarà dunque, pari o molto vicino allo 0. Tutte le transazioni e i dati dovranno avere un backup automatico, nel momento in cui vengono creati o modificati. L’RTO è invece il Recovery Time Objective. Quanto posso andare avanti senza essere operativo? L’RTO è il tempo che passa tra il failure dei sistemi e il loro ripristino. Se il mio business non può permettersi neanche un minuto di disservizio, il mio RTO sarà vicino o uguale a 0. Prendi un grande supermercato, ad esempio. Quanto tempo può reggere un blocco delle casse prima che la situazione diventi ingestibile? Ma anche un piccolo business, uno studio professionale, quanto può andare avanti con un blocco dei sistemi e la perdita di tutti i dati sensibili dei clienti? Quando parliamo di business continuity e disaster recovery, questi due parametri sono fondamentali per definire una buona infrastruttura di protezione informatica. Parlare di un semplice backup è veramente riduttivo. La situazione è decisamente più complessa. Solo un’azienda specializzata nel settore può garantirti la serenità informatica di cui ha bisogno il tuo business, per non perdere fatturato e ore di produttività.

Una protezione per il recupero immediato dei dati ed essere di nuovo operativi

I costi di un disservizio informatico per qualsiasi business possono essere enormi. Lavoro perso in termini di produttività, inefficienze, vendite mancate, ritardi, perdita del patrimonio informatico e danno alla brand reputation. Si tratta dunque di mettere in piedi una vera architettura di sicurezza informatica per ripristinare dati e dispositivi informatici nel modo più efficiente e rapido possibile. Per scegliere i servizi di Amici del pc, utilizza i nostri contatti diretti o il form che trovi online. Riceverai informazioni complete e personalizzate in base alle tue esigenze.